Varie

LETTERINA AI MIEI GENITORI  -  RIVISTA LA VOCE
 

RIVISTA LA VOCE
L'ANGOLO DELLA POESIA

BENVENUTO ANNO NUOVO !
di Maria Vittoria Massimo

Per l'Angolo della Poesia ospitiamo con piacere un componimento poetico di Maria Vittoria Massimo dedicato all'anno nuovo.
E' anche per noi un modo di augurare buon 2017 a tutti i lettori e lettrici.
Arturo Tridico

BENVENUTO ANNO NUOVO !

Con il cuore sospeso aspettiamo te anno nuovo,
desideri in quantitÓ colmano il silenzio dei nostri cuori.

Sarai un anno migliore ? abbiamo fiducia in te,
mio caro anno che stai per varcare la soglia,
non c'Ŕ bisogno di raccontarti la nostra vissuta storia.

Non ci potrai deludere, ti abbiamo tanto aspettato,
abbiamo bisogno del tuo aiuto, sappiamo accoglierti con tutte le nostre emozioni.

Sappi che ci sono persone senza tetto che devono affrontare il freddo del duro inverno,
persone ammalate che hanno tribolato tutto l'anno.

Persone che hanno perso i loro cari e finalmente vorrebbero un po' di serenitÓ
non puoi voltare le spalle a queste richieste.

Ti basta un semplice sguardo, per capire il bisogno di chi t'implora aiuto,
per rendere luminoso il cuore del bisognoso.

Il disperato urlo dell'anima, si aspetta che tu sia pi¨ buono dell'anno passato,
ti prego accogli il nostro grido di aiuto, fa si che il nostro sogno si concretizzi,
basta un piccolo tocco e tu lo realizzi.

(MariaVittoria)

 

LETTERINA AI MIEI GENITORI

Montreal 15 dicembre 1988
Miei carissimi mamma e papÓ,
vi scrivo questa lettera per dirvi che io e la mia famiglia stiamo bene.
Mi mancate tantissimo, ogni giorno parlo ai miei figli di voi, loro si ricordano delle vacanze passate nella bella Calabria insieme a voi, quando li portavate in campagna a raccogliere i frutti, erano cosi buoni e freschi.
Si ricordano delle belle giornate passate al mare e quando la sera eravamo  tutti insieme  a tavola per   gustare la buona cena che tu mamma preparavi,sono ricordi che rimarranno sempre nei loro cuori.
Sento la nostalgia dei vostri sorrisi, dei piatti tipici calabresi che tu mamma cara preparavi per tutti noi, ricordo quando la domenica mattina tutti insieme andavamo a messa, eravamo felici come una pasqua.
Cari genitori vi prometto che appena mi sarÓ possibile torneremo e passeremo ancora dei bei momenti insieme. 
Le ragazze stanno crescendo bene, vanno a scuola e sono anche brave.
Io passo le mie giornate in casa a fare le faccende che una mamma fa abitualmente,
non mi annoio perchŔ trovo mille cose da fare.
Adesso cari mamma e papÓ vi saluto dandovi un grande abbraccio e spero che la mia lettera vi trovi in ottima salute.
Un bacio  da Angela e Patrizia, un abbraccio da Giorgio.
Con tanto affetto vostra figlia che vi ama tantissimo.
MariaVittoria